Skip to topic | Skip to bottom
Home

InterPC14
InterPC14.SistemaPaparazzor1.2 - 11 Jun 2014 - 00:46 - FabioVitalitopic end

Start of topic | Skip to actions

Sistema per il paparazzo -

proposto da: Pierpaolo Del Coco, Ivan Heibi, Antonello Antonaci, Vincenzo Lomonaco

Descrizione

Il paparazzo non è di certo un lavoro per tutti. La sua vita lavorativa è completamente immersa nella sua vita privata. Il paparazzo dev’essere sempre pronto per mettersi a lavoro.

Porta con sé un cellulare modello economico, con display monocolore, scelto appositamente in base all’autonomia della batteria che deve sostenere l’inimmaginabile quantità di tempo che il paparazzo passa tra una chiamata e l’altra, ovviamente sempre collegato agli auricolari per una maggiore dinamicità nei movimenti. Il paparazzo non sta fermo un attimo.

Il paparazzo però non può rinunciare allo smartphone di ultima generazione che non usa mai per chiamare, ma solo per accedere velocemente alle app che gli semplificano il suo lavoro: usa tantissimo la messaggistica istantanea e il calendario, ma anche la fotocamera per scattare foto e fare video in alta risoluzione in quei pochi, ma possibili, momenti in cui gli capita di non avere a portata di mano la sua attrezzatura fotografica professionale.

Il paparazzo porta sempre con sé un piccolo modem-router mobile che gli garantisce una connessione a banda larga in qualsiasi posto si trovi e gli consente di collegare in rete tutti i suoi dispositivi: macchina fotografica professionale, computer e smartphone. Essendo un reporter iscritto all’albo, il paparazzo invia sempre, e in tempo, le richieste d’accredito ai vari uffici stampa per presenziare ufficialmente agli eventi pubblici per conto dei quotidiani per cui lavora.

Il paparazzo ha anche contatti con i direttori dei più importanti tabloid; può ricevere una chiamata a qualsiasi ora: questi giornali vogliono l’esclusiva e lui sa quanto siano disposti a pagare per averla. Infatti il paparazzo sa sempre come riprendere personaggi famosi in occasioni pubbliche o nella loro sfera privata, cercando le situazioni più particolari, più rare, più compromettenti.

Il paparazzo si sposta generalmente in macchina, non ha tempo per aspettare i mezzi pubblici, a meno ché non voli all’estero; viaggia di continuo in tantissime località tenendo meticolosamente traccia delle informazioni sugli alberghi, ristoranti, bar e ogni altro luogo in cui si ferma: così, quando ritorna in un posto, sa sempre come muoversi senza perdere troppo tempo.

Il paparazzo ha l’abitudine di rendicontare tutte le spese che sostiene nel portare a termine i vari incarichi.

Il paparazzo ha un lungo elenco di contatti che rivestono ruoli importanti: agganci dislocati in varie località, spesso disposti ad aiutarlo.

Il paparazzo vorrebbe avere il dono dell’ubiquità per gestire tutti gli imprevisti che il suo lavoro comporta: le occasioni per riprendere personaggi famosi spesso si sovrappongono inaspettatamente, eventi dalla vasta portata necessitano di prospettive diverse oppure semplicemente i compiti da eseguire sono troppi in relazione a tempi sempre strettissimi; per questo il paparazzo spesso collabora attivamente in gruppo eterogeneo di professionisti del mestiere, talvolta occasionali ma altamente qualificati, altre volte d’estrema fiducia.

Compiti Primari

  • Interfaccia di gestione delle foto:
    • Per selezionare e scaricare le foto scattate dalla macchinetta professionale
    • Per inserire i metadati da associare ad ogni foto prima di inviarla
    • Per archiviare le foto su un dispositivo esterno di memorizzazione
    • Per inviare le foto al committente
  • Sistema di collaborazione tra paparazzi:
    • Per creare e gestire dinamicamente diversi gruppi in funzione del progetto (o evento)
    • Per inviare e ricevere messaggi agevolmente all'interno di ciascun gruppo
    • Per la gestione degli incarichi improvvisi, in modo che ogni paparazzo possa delegare all’interno del suo team un lavoro che è impossibilitato a portare avanti
    • Per condividere le foto, editarle, arricchirle con metadati e inviarle al committente all'interno di ciascun gruppo secondo precise policy prestabilite all'atto di creazione del gruppo o secondo direttive stabilite dal team leader.
  • Sezione di amministrazione:
    • Per rendicontare le varie spese
  • Calendario degli eventi:
    • Per aggiungere/modificare un evento nel calendario
    • Per monitorare le scadenze delle richieste di accredito per un determinato evento
  • Diario di Bordo:
    • Per aggiungere e ricercare tra i preferiti un luogo d’interesse (bar, albergo, ristorante ecc..) insieme alle relative informazioni utili
    • Per aggiungere e ricercare agganci associati a quel luogo

Task Normali

  • Il paparazzo ha ricevuto un incarico al festival del cinema di Venezia. Essendoci già stato qualche anno prima, può facilmente ritrovare il numero di telefono di quell’albergo al lido di Venezia; quindi pianifica il viaggio e aggiunge l’evento sul calendario.
  • Il paparazzo partecipa a una conferenza stampa. Scatta qualche foto e le invia al giornale in tutta tranquillità.
  • Il paparazzo riceve l’avviso che gli ricorda che entro le 10.30 deve mandare la richiesta d’accredito all’ufficio stampa per l’evento x, quindi tramite il sistema compila e invia la richiesta.
  • Il paparazzo viene invitato dalla redazione a collaborare con altri due colleghi per effettuare un reportage fotografico del cioccoshow di Bologna. Attraverso il sistema i paparazzi saranno in grado di coordinarsi, suddividere i compiti e scegliere in modo agevole le foto migliori da inviare alla redazione.

Task Difficili

  • Finale di Champions League; la partita è iniziata alle 21.00. Siamo agli sgoccioli, i giornali hanno già chiuso il pezzo e sono pronti con la copertina del goal partita. Ma al 93° minuto arriva un inaspettato goal del pareggio che rimanda la chiusura del pezzo. I giornali fremono: non vogliono di certo perdere l’esclusiva. Il paparazzo è contemporaneamente in contatto via chat con le sedi giornalistiche di Roma e di Singapore, mentre deve coordinarsi con i suoi collaboratori dall’altra parte del campo per essere sicuri che almeno uno abbia la foto tanto attesa e pronta da inviare. Solo la velocità e l’efficienza dell’operazione determinano il successo.
  • Il paparazzo si è appostato da tempo sopra un albero, è ben nascosto e aspetta l’arrivo del vip. Piove. Il paparazzo regge con una mano la macchinetta fotografica ed è pronto a scattare. Prima d’inviarla, la foto dev’essere completata con gli opportuni metadati che servono ai giornali per indicizzarla e non può di certo aspettare di tornare a casa per farlo.
  • Il paparazzo riceve una soffiata da un contatto che gli comunica che Tom Cruise è in visita a Otranto con l’intento di acquistare casa, ovviamente non può rinunciare a questa paparazzata, ma purtroppo si trova già a Napoli nella speranza di sorprendere Gigi d’Alessio con la sua presunta amante. Non sa quale membro del team possa raggiungere Otranto in un tempo accettabile e non è nelle condizioni di poter fare troppe chiamate, usa quindi il sistema per inviare l’incarico al team.

Cose da non fare

  • Il sistema non può fare previsioni circa l’importanza mediatica della paparazzata, sarà compito del paparazzo gestirla assegnandone la giusta priorità.
  • Il paparazzo avrà sempre il calendario fitto di eventi, ma il sistema non deve snervarlo inviando continui avvisi senza gestire gli eventi con una logica di priorità.
  • I giornali esigono sempre le foto insieme ai relativi metadati. Il sistema però non deve presentare un modulo rigido e inefficiente di compilazione dei metadati compromettendo l’utilizzo dell’applicazione in momenti di maggiore stress.

Parole Chiave

Dinamicità, Velocità, Efficienza

-- FabioVitali - 10 Jun 2014

  • Set ALLOWTOPICVIEW =
  • Set ALLOWTOPICCHANGE =

to top

You are here: InterPC14 > ProgettiDelCorso > SistemaPaparazzo

to top

Copyright © Fabio Vitali 2020 Last update of SistemaPaparazzo on 11 Jun 2014 - 00:46 by FabioVitali